Ragusa – Prime Impressioni

Proprio bello questo Ragusa. Un gioco di Fabio Lopiano e le illustrazioni sono a cura di Bartlomiej Roczniak, edito dalla Braincrack Games. Da 1 a 5 giocatori per una durata stimata di 40-80 minuti.

Sostanzialmente è un piazzamento “case” con una gestione risorse particolare che ti brucia il cervello. In poche parole, ad ogni turno si deve piazzare una delle proprie casine nell’intersezione di tre esagoni, attivandoli tutti. Ci sono due tipologie di zona: campagna e città. In campagna ottieni risorse di base come legno, pietra, miniere di argento, uva e olive, risorse che non spendi ma che accumuli e serviranno per essere raffinate in vino, olio d’oliva e argento. Queste ultime invece le puoi spendere in cambio di punti vittoria, o per comprare barche cariche di merci che saranno utili per fare punti a fine partita. Per piazzare case in campagna dovrai avere accesso al legno e più case piazzi, più legno devi avere, in città invece dovrai avere accesso alla pietra. Interessante anche il meccanismo per il quale, attivando un esagono cittadino, potrai permettere anche agli altri giocatori di eseguire quella azione. Non si tratta di bloccare gli altri ma cercare di non dare agli altri troppi vantaggio. Infine la costruzione di torri e mura che a seconda di come sono messe daranno punti subito e a fine partita.


Mi è sembrato un gioco con una ventata di novità, Lopiano ha fatto veramente un ottimo lavoro. Unico neo il tabellone…troppo incasinato e dopo un po’ ci si perde, specialmente quando inizia ad affollarsi.
A parte questo, promosso al 100%

Ecco a voi il video di Ariodb

2 Mi Piace