Recensione – Honeycombs

INTRODUZIONE

Sono sempre stato molto attratto dal fantastico mondo delle api e di come fanno il miele. In una recente vacanza in trentino ho avuto modo di visitare un vero e proprio museo dedicato alle api (MMape), nel quale dei ragazzi preparatissimi ci hanno spiegato molte cose su tutto il processo che porta al miele e vi posso assicurare che è stata un’esperienza bellissima. Di conseguenza… quando ho visto questo gioco mi ci sono tuffato a capofitto!

Honeycombs è un gioco favoloso perché vi farà scoprire la bellezza e la simmetria del favo che, da soli o insieme agli altri giocatori, costruirete in ciascuno dei tre diversi giochi che si possono fare con queste 52 tessere.

Il favo è un raggruppamento di celle esagonali a base di cera d’api costruito dalle api nel loro nido per contenere le larve della covata e per immagazzinare miele e polline. Con l’espressione “a nido d’ape” ci si riferisce anche ai materiali fatti dall’uomo che ne riproducono la struttura.

CONTENUTO

  • 52 tessere esagonali
  • 1 stupendo sacchetto in stoffa
  • Regolamento

SPECIFICHE

⏳ | 20-30 minuti
👥 | 1 a 10 giocatori
👪 | 5+⠀
🖋 | David Clarke
📆 | 2016

Editore Italiano: Creativamente

SCOPO DEL GIOCO

Ogni giocatore al proprio turno deve attaccare al Favo una delle proprie tessere. Il punteggio dipende dalla tessera e dalle sue connessioni. Vince chi per primo raggiunge il punteggio traguardo.

PREPARAZIONE ED INIZIO GIOCO

Si consiglia di prendere carta e penna per segnare i punteggi e questa cosa qui ci riporta un pò ai giochi di una volta dove si segnavano i nomi, si creavano le colonne con i punti ed infine si metteva quella sul vincitore. Tutto questo ha sempre un qualcosa di magico!
Tute le tessere vengono messe nel sacchetto che solo a guardarlo ti viene voglia di giocarci. Ogni giocatore pesca dal sacchetto (senza guardare) 3 tessere, e alla fine 1 tessera viene pescata e messa al centro del tavolo, come prima cella del Favo.
Inizia il giocatore meno giovane e il gioco poi prosegue in senso orario.

IL GIOCO

Il Giocatore di Turno sceglie una tra le sue 3 tessere e la unisce al Favo, in modo che tutti lati che vengono in contato abbiano gli stessi simboli. Se i simboli non corrispondono la tessera non può essere aggiunta al Favo, con l’unica eccezione dei due Jolly A oppure B. Si guadagna 1 punto per ogni lato della tessera che viene connesso alle altre tessere del Favo.

Alla fine del turno si pesca una nuova tessera dal sacchetto, in modo da averne sempre 3.

Alcune tessere hanno effetti speciali, quando al centro della tessera si trova uno di quest tre simboli.

FINE DEL GIOCO

Vince la partita il giocatore che per primo raggiunge o supera il punteggio traguardo.
Si suggerisce di definire, come punteggio traguardo, la soglia di 41 punti. È tuttavia discrezione dei giocatori alzare o abbassare il traguardo, a seconda che si vogliano fare partite più o meno lunghe.
Se tutte le 52 tessere vengono usate prima che un giocatore raggiunga il punteggio traguardo, vince la partita il giocatore che ha il punteggio più alto (in caso di più giocatori a pari merito vince chi per primo aveva raggiunto quel punteggio).

Queste erano le regole per la modalità base chiamata “Il Favo Gigante”, ma la cosa bella di questo gioco è che possiamo impostare la partita con altre modalità di gioco! C’è la modalità “13 Tessere” dove ogni giocatore deve costruire il favo con le proprie 13 tessere cercando di essere il più veloce possibile ed il primo che lo completa vince. Questa modalità, premia più la velocità e la destrezza che il ragionamento e la pianificazione. Inoltre mette sul tavolo quella componente dinamica che per forza di cosa crea divertimento e genera tante risate! Come se non bastasse abbiamo una terza modalità chiamata “Chiudi la cella” dove al proprio turno, sempre con le solite 3 tessere in mano, il giocatore deve attaccare al favo una delle proprie tessere, cercando di guadagnarne una in più, e di evitare di perderne una. Vince chi per primo ottiene 6 tessere.

CONCLUSIONI

Honeycombs ci è piaciuto molto. E’ un gioco per tutta la famiglia e che possiamo far provare anche ai più piccoli. Grazie ai simboli molto chiari e simpatici possono sviluppare le loro capacità di saper distinguere e valutare ogni piazzamento. I materiali sono eccellenti a partire dal sacchetto giallo fatto con una stoffa resistente e curato nei dettagli. Le tessere esagonali che ricordano quelle di HIVE sono robuste ed hanno una piacevole sensazione al tatto. La longevità è molto alta grazie all’elevato numero di tessere (52) ed alle tre diverse modalità di gioco capaci di rendere ogni nostra partita sempre diversa e avvincente. Consigliamo vivamente l’acquisto di questo gioco a tutti quelli che hanno bimbi e ragazzi in casa e vogliono passare 30 minuti di spensierato divertimento senza tralasciare la competitività … perché alla fine solo uno avrà la su quel foglietto!

3 Mi Piace