Riscopriamoli – Smallworld

…in fondo, è un piccolo mondo di massacri.

In Smallworld il mondo è diventato troppo piccolo per le razze che lo popolano, spetta a te cercare di condurre le tue razze verso il dominio di queste terre.

Smallworld, di Philippe Keyaerts, è un gioco da tavolo da 2-5 giocatori, per la durata indicativa di un’ora, in cui ogni giocatore dovrà, con l’utilizzo di varie razze combinate con altrettanti poteri speciali, cercare di ottenere in maggior numero di punti vittoria a fine partita.

Componenti

  • 4 mappe di Small World
  • 1 Segnalino Turno
  • 6 tabelloni sommario
  • 14 vessilli di Razze Fantasy
  • 168 segnalini Razze Combattenti
  • 20 Tessere Poteri Speciali
  • 109 Gettoni Vittoria 
  • 1 Dado Rinforzi Casuali
  • 18 segnalini Tribù Perdute
  • 10 Tane dei Troll
  • 6 Fortezze
  • 9 Montagne
  • 5 Accampamenti
  • 2 Buchi nel Terreno
  • 2 Eroi
  • 1 Drago

 

La scatola è meravigliosamente organizzata, facile da riporre e permette di preparare rapidamente una partita. I materiali curati, resistenti e fantastici da vedere, per chi ama il fantasy cartoonato, sarà una gioia per gli occhi. I segnalini sono molti e stupendamente realizzati, ogni razza ha i propri, e la maggior parte dei poteri permette di giocare segnalini extra che pian piano riempiranno la mappa di Smallworl. Le mappe sono due e a doppia faccia, a seconda del numero dei giocatori, ognuna con un disegno diverso, permettendo così di aumentarne la già altissima rigiocabilità. Insomma, la Days of Wonder non si è sprecata nella realizzazione di questo gioco.

Regolamento

 Le regole sono semplici e intuitive, inoltre grazie al gran numero di componenti e segnalini la comprensione diviene ancora più immediata. In Smallworld le razze sono 14 (Amazzoni, Nani, Troll, Elfi, Ghoul, Uomini ratto, Scheletri, Stregoni, Maghi, Tritoni, Giganti, Mezz’uomini, Umani, e Orchi), ognuna di esse ha poteri diversi che dovranno poi essere abbinati casualmente a altri 20 poteri speciali. All’inizio del gioco ogni giocatore dovrà scegliere una razza e il potere speciale a cui è abbinata e iniziare la conquista del continente. Ogni razza e potere speciale permette di prendere un numero di segnalini razza, maggiore è il numero dei segnalini o più forte è il suo potere, maggiormente la razza potrà espandersi. All’inizio la  conquista potrà partire solo ai margini della mappa, e per conquistare una regione bisognerà spendere 2+ogni segnalino già presente sulla mappa (ad esempio se si volesse conquistare una montagna, sulla quale regione è già presente l’apposito segnalino montagna, bisognerà spendere, quindi posizionare, 3 segnalini della propria razza su quella regione). Se il giocatore ha ancora segnalini ma non può conquistare con le normali regole un’ultima regione può avvalersi del dado, il quale, con un tiro fortunato, gli permetterebbe di aumentare la forza della sua razza solo per quella conquista. Una volta che tutti i segnalini sono stati posizionati, il giocatore può disporli come meglio crede per difendersi da eventuali conquiste successive degli altri giocatori, ottiene poi un punto vittoria per ogni regione che possiede, e il turno passa al giocatore successivo. Durante le successive conquiste, all’inizio del turno, il giocatore può prendere in mano quanti segnalini vuole e riiniziare l’espansione da una regione adiacente ad una già posseduta. Quando una razza è arrivata alla sua massima espansione, il giocatore può decidere di entrare in declino, invece di conquistare, gira il suo vessillo razza e passa il turno. Il turno successivo potrà scegliere una nuova razza e iniziare una nuova conquista. Ci può essere solo una razza in declino per ogni giocatore (eccetto per i Ghoul), inoltre le razze in declino non possono essere usate durante la conquista, ma danno comunque punti a fine del turno. Alla fine del 9-10 round (dipende dal numero dei giocatori) la partita finisce e si contano i punti vittoria di ogni giocatore, chi ne ha di più vince.

 

Conclusioni

Come già detto le regole non sono complesse e le meccaniche semplici e intuitive, ma non per questo il gioco non risulta complesso e accattivante. L’interazione è alta essendo il mondo piccolo e gli scontri tra i vari giocatori non saranno pochi. Le strategie che possono essere utilizzate sono moltissime anche grazie all’altissima varietà dei componenti del titolo. Razze e poteri speciali sono moltissimi e combinati tra loro permettono di avere partire sempre diverse, per non parlare delle varie mappe, che cambiano a seconda del numero dei giocatori costringendo così ad adottare strategie sempre diverse. Inoltre, grazie all’enorme successo, le espansioni sono moltissime e, per chi ha già consumato questo gioco, sono una ventata di aria fresca che permette di dare ancora più varietà al titolo. Smallworld è un gioco un po’ per tutti, grazie alla stupenda grafica riesce ad affascinare, le regole e le meccaniche semplici permettono di imparare velocemente il gioco e la varietà e la quantità di razze e poteri lo rendono allo stesso tempo difficile da padroneggiare. Tutte queste caratteristiche rendono Smallworld un gioco da tavolo da avere sugli propri scaffali.

…si vis pacem para bellum

Per acquistare i vostri giochi da tavolo vi consigliamo il nostro store di fiducia GET YOUR FUN

1 Mi Piace