Recensione – Il Collegio

Svegliaa!! Sono le 6 del mattino ed il gallo ha già cantato!
Pronti a scoprire il gioco ufficiale del Collegio di Rai 2?

SPECIFICHE

⏳ | circa 45-60 minuti
👥 | 2 a 6 giocatori
👪 | 12+⠀
📆 | 2019 Clementoni

“Il collegio” è un trivial game edito da Clementoni.
E’ il gioco da tavolo ufficiale dell’omonimo reality-show di Magnolia trasmesso su Rai 2. E’ da poco terminata la sua 4a edizione con un grande successo di pubblico!
Nel programma, dieci ragazzi e dieci ragazze si ritrovano catapultati in un collegio del 1982, un anno in cui molti dei loro genitori probabilmente frequentavano la scuola media.
Gli studenti, hanno l’obbligo di indossare le uniformi del collegio e devono rinunciare a telefoni, elettrodomestici, prodotti di bellezza, cibo nelle camerate ed ogni tipo di agio.
Inoltre, sono obbligati ad avere un taglio di capelli ed uno stile adeguati al contesto, senza piercing, trucchi ed ogni tipo di oggetto personale.
Le materie insegnate nel collegio sono: italiano, storia, geografia, matematica, scienze naturali, una lingua straniera, educazione civica, educazione artistica ed educazione fisica, musica e canto corale, ballo, economia domestica per le ragazze e applicazioni tecniche per i ragazzi, aerobica, informatica e break dance; la maggior parte di queste materie le ritroviamo proprio nel nostro gioco da tavolo.

CONTENUTO
La scatola è di dimensioni quadrate, ben illustrata, pronta a mettere in risalto il logo del reality e la dicitura in alto “Gioco Ufficiale”.

Ma vediamo cosa contiene:

  • 1 Tabellone di gioco
  • 7 Pedine con le relative basette in plastica
  • 30 Tessere “Libro”
  • 36 Gettoni Lode
  • 1 Lavagnetta “Primo giocatore” con basetta in plastica
  • 36 Tessere “Esame” ( con i voti da 6, 8 e 10)
  • 120 carte “Domanda” (italiano, storia, geografia, scienze, matematica, applicazioni tecniche ed economia domestica)
  • 60 carte movimento

SCOPO DEL GIOCO
Riuscire a guadagnare tutti e 6 gli esami presenti nel gioco, ottenendo così la licenza di terza media!

PREPARAZIONE
Il setup di gioco è abbastanza semplice e organizzato.
Disponete il tabellone al centro del tavolo, in un punto ben visibile e accessibile a tutti, successivamente scegliete un personaggio tra le sette pedine disponibili.

Ora sistemate:
La vostra pedina in una delle aule presenti nel gioco;
La pedina sorveglianti all’interno dell’ufficio del preside;
Alcuni libri all’interno della biblioteca;
Dopodiché, mescolate e posizionate accanto ad ogni aula i rispettivi esami e le domande attinenti alla materia insegnata in quell’aula.
Ogni giocatore infine prende 2 tessere libro e 4 carte movimento.
il più giovane prenderà anche la lavagnetta primo giocatore.

Molto semplice, non trovate?

SVOLGIMENTO DEL GIOCO
Ad ogni turno i giocatori dovranno scegliere e girare contemporaneamente una carta movimento, essa permetterà ai giocatori di spostarsi di un numero determinato di stanze, andare dove si vuole o di spostare la pedina dei sorveglianti in una delle 4 stanze, ostacolando il cammino dei compagni di classe.
Le vostre carte movimento non sono di vostro gradimento? Nessun problema, sostando nella casella dei dormitori se ne possono scartare una o più e pescarne di altre.
La meccanica dei sorveglianti è ben studiata, se i giocatori capitano nella stessa aula in cui sono presenti i sorveglianti non possono sostenere gli esami e saranno spediti dal preside, a meno che non utilizzino un libro per ignorare il loro effetto e sostenere comunque l’agognato l’agognato esame! Ovvero una domanda che valuterà le vostre loro conoscenze.

Se nell’aula in cui sostate non vi sono presenti i sorveglianti, l’avete scampata bella!, rispondete pure alla domanda corrispondente all’aula scelta.

Se in un’aula si insegna più di una materia, scegliete pure quale affrontare!

Ma attenzione il gioco prevede ben tre difficoltà per le domande, ed è proprio la tessera esame ad indicare quest’ultima, con un numeretto stampato sul fronte, facile (6), media (8) e difficile (10).

Fatevi leggere la domanda da un altro giocatore, dando una risposta tra le tre opzioni presenti.
Se rispondete in modo corretto prendete la tessera esame, se avete risposto senza conoscere le opzioni prendete in aggiunta un gettone “Lode”, che a fine partita vi darà 2 punti bonus!

Se invece avete sbagliato, la tessera “ Esame” restate nella stanza.

Un giocatore può decidere durante la partita di sostenere una seconda volta un esame per migliorare il voto, ovviamente può farlo solamente se il voto dell’esame in gioco è superiore a quello già in possesso.

È possibile utilizzare un proprio libro per ottenere una seconda possibilità durante un esame (l’ansia fa brutti scherzi!) scegliendo un’altra opzione tra le risposte alla domanda; il libri si possono ottenere sostando in biblioteca.

FINE DEL ROUND E DEL GIOCO
Alla fine del round:
Rimpiazzate le tessere esame mancanti sul tabellone.
Il primo giocatore passa la lavagnetta a chi è alla sua sinistra, diventando egli primo giocatore.
Il gioco termina quando un giocatore riesce a collezionare 6 tessere esame differenti.
Quando un giocatore ottiene tutte e sei le tessere, si passa a calcolare il punteggio.
Sommate i voti di tutti gli esami sostenuti aggiungendo se sono presenti eventuali punti per i gettoni “Lode”
Vince il giocatore con il punteggio più alto.

CONCLUSIONI
Da telespettatore del reality show mi sono meravigliato e piacevolmente stupito nel vedere il gioco!
Perché?? Perché rispecchia tantissimo il reality, dandoti l’impressione di vivere in prima persona l’esperienza!
I materiali di gioco sono buoni, fatta eccezione per le carte che tendono a piegarsi mentre si mescolano.
Il regolamento è molto intuitivo, ricco di esempi pratici e illustrazioni.
Le domande sono ambientate negli anni 60, hanno tre livelli di difficoltà diverse e sono adatte per tutti i tipi di giocatori.
La meccanica della pedina dei sorveglianti è ben studiata e aggiunge un pizzico di cattiveria strategica al gioco.
Consiglio di giocare il titolo almeno in 4 giocatori, perché secondo me si ci diverte di più.
Ci sono però due aspetti che, a mio parere, andrebbero migliorati:

Avrei preferito che i giocatori una volta arrivati nell’ufficio del preside subissero una penitenza, come per esempio, rimuovere dalla loro mano un libro, saltare un turno ecc.. invece non succede nulla;
Rispecchiando a pieno il collegio avrei apprezzato la presenza di ulteriori materie, quali: l’educazione fisica (con apposite carte raffiguranti esercizi da affrontare), l’educazione musicale (con domande sui brani) e l’informatica (con apposite domande);

In conclusione “Il collegio” è un family game che ha colpito me e tutti i miei amici che l’hanno provato, quindi … lo consiglio caldamente ed in particolar modo ai fanatici del programma!

2 Mi Piace