Recensione – Micromondo

Forse non lo sai ma nel nostro corpo avviene ogni giorno una continua lotta tra due guerrieri
abilissimi: i virus e gli anticorpi!

In “Micromondo” i giocatori vestiranno proprio i panni di queste due fazioni, cercando di controllare i diversi tessuti del corpo.

INFORMAZIONI
“ Micromondo ” è gioco di piazzamento tessere e di maggioranze per 2 giocatori, creato dall’autore
Martino Chiacchiera e illustrato da Ruslan Audia nel 2016.
Il titolo è adatto ad un pubblico di un’età a partire dagli 8 anni in su, per una durata indicativa di circa 15
min a partita.
Edito da Cranio Creations, casa editrice italiana che si occupa di ideazione, sviluppo, produzione e
distribuzione di giochi in scatola dal 2009.
Si può giocare in due modalità:
– Base;
– Avanzata.

COMPONENTI GIOCO BASE:
● Un tabellone diviso in 4 parti fronte-retro;
● Una cornice segnapunti formata da 4 parti di cartone numerate;
● 14 pedine “virus” e 14 pedine “anticorpo”;
● 2 pedine segnapunti;
● 9 gettoni “gene”;
● 1 freccia “gene”;
● 2 schede riepilogative;
COMPONENTI GIOCO AVANZATO:
● 8 tessere “regole aggiuntive”;
● 4 tessere “obiettivo”;
● 6 tessere “mutazione”;
● 6 segnalini “mutazioni”;
● 1 foglio “scenario”;

PREPARAZIONE DI GIOCO
Il setup è molto semplice:
● Si monta il tabellone formato da una cornice segnapunti e 4 spicchi “tessuto” (Sulla plancia
troviamo un’area verde che rappresenta la mucosa, blu che rappresenta il tessuto nervoso,
grigia ossea e rossa che rappresenta il tessuto muscolare)
● Si decidono i ruoli (virus o anticorpi);
● Sulla plancia si mettono i gettoni gene a coprire gli appositi spazi;
● Posizionate i due segnapunti sulla cornice e si è pronti a partire.

SVOLGIMENTO DEL GIOCO
All’inizio del gioco chi interpreta i virus rimuove un gettone gene dalla plancia e lo mette da parte: sarà
qui che posizionerà il suo primo segnalino.
Il gioco base in sé gira intorno a sole 3 regole:

  • Nel proprio turno l’avversario dovrà posizionare uno dei suoi segnalini in una cellula adiacente a
    quella dove l’altro giocatore ha posizionato il suo segnalino nel turno precedente.
  • Se non è possibile posizionare un segnalino nella cellula adiacente, il giocatore potrà
    piazzare il segnalino in un punto a suo piacimento della mappa.
  • Se in questa cellula c’è un gettone gene, il giocatore lo posiziona davanti a sé. Ogni
    gettone ha un potere speciale (eliminare una pedina avversaria, raddoppiare i punti ecc.).
    Dopo aver piazzato la pedina, il giocatore guadagna 1 punto per ogni pedina del proprio colore
    adiacente a quella già piazzata, avanzando sulla cornice segna-punti.

La partita base termina quando entrambi i giocatori terminano i propri gettoni.
Dopo che avrete giocato qualche partita vi consiglio di passare alla modalità avanzata che permette di
rendere il gioco più divertente e duraturo. Con le regole aggiuntive della modalità avanzata si ricevono
punti aggiuntivi o si effettuano azioni particolari ad esempio, guadagnare un punto extra ogni due punti
ottenuti ecc..
Il gioco ci propone due scenari di regole aggiuntive diverse:
Il primo, altera la condizione di acquisizione dei punti vittoria, ponendo determinate condizioni di vittoria;
Il secondo introduce gli obiettivi,vere e proprie missioni, i giocatori pescano 2 tessere “mutazione” e ne
scelgono una, rendendo così la missione sempre diversa da quella avversaria.

FINE DEL GIOCO
Il gioco termina quando entrambi i giocatori hanno piazzato tutte le loro pedine. Per ogni tessuto
bisogna vedere chi è il giocatore con più pedine su di esso e attribuirgli 1 punto per ogni cellula che
compone il tessuto, di conseguenza il giocatore con più punti è il vincitore!


CONCLUSIONI
Micromondo oltre a essere un gioco di maggioranze, è un piazzamento tessere con una bellissima
ambientazione.
Mi è piaciuta molto la possibilità data al giocatore di scegliere tra batteri ed anticorpi.
Dopo qualche partita posso raccontarvi la semplicità del titolo nella meccaniche (nella modalità base)
nonché il facile apprendimento delle regole.
Un altro punto di forza è la rapidità delle partite, che permettono al giocatore medio di non annoiarsi tra
una partita e l’altra ma addirittura giocare molteplici partite, perchè cari lettori quando avrete finito di
giocare una partita vorrete farne subito un’altra!
Un aspetto in particolare che ha attirato la mia attenzione è la versatilità del gioco: il tabellone dona al
gioco scenari sempre diversi, grazie al fronte-retro, le tessere mutazioni assegnano al giocatore sfide
sempre diverse, infine i tasselli “abilità e “obiettivo” danno al titolo varietà e freschezza.
La scatola è compatta e i componenti di gioco sono di buona qualità, tutto questo con un buon prezzo
di vendita. Potete trovarlo in offerta quasi ovunque.
Se proprio dobbiamo trovare il pelo nell’uovo, lo troviamo nella poca originalità delle meccaniche che
non rendono l’esperienza del giocatore indimenticabile. Ovviamente il gioco va preso per quello che è…
ovvero un gioco per 2 giocatori dalla durata di circa 15 min. da tirare fuori per le vostre sfide in casa
contro il/la vostro/a partner (chi perde va a buttare la spazzatura) oppure contro i vostri ragazzi.
In definitiva, vi consiglio Micromondo per la sua semplicità, immediatezza e per il suo prezzo!

1 Mi Piace