Recensione – War Chest

Il giorno della nascita del primogenito, il sovrano del regno ricevette doni da dignitari, benefattori e consiglieri. Il più grande amico del re era un ex generale che lo aveva consigliato e aiutato a proteggere il regno. Consegnò al giovane padre un forziere. “Questo non è per voi, mio Re, ma per vostro figlio”. Sorrideva, ma c’era un velo di stanchezza dietro i suoi occhi. “Abbiamo costruito un grande regno e questi vecchi occhi sanno che continuerete a governare con onore e forza, ma verrà un giorno in cui il dominio passerà a questo giovane”. Guardò dietro di sé la corte piena di dignitari di altri regni. “Vi ho insegnato tutto quello che potevo, ed è mia convinzione che avete dimostrato ai vostri alleati e ai vostri nemici che il vostro regno non deve essere messo alla prova”. ” Il rispetto che avete conquistato non sarà dato ai vostri figli, ma sarà guadagnato. In questo semplice forziere c’è tutto ciò che  serve a un leader per diventare uno stratega e un generale. Il bambino lo vedrà come un gioco, ma in verità, sarà la base di partenza per governare la nazione e sopravvivere alle prove in battaglia che sicuramente arriveranno, quando sarà il momento di ereditare il vostro regno”.

Tieni in mano una replica di questo dono, un gioco di monete disputato da Re, Regine e Guerrieri.

War Chest è un gioco astratto per 2 o 4 giocatori, con meccaniche di bag-building. Dalla mente di Trevor Benjamin e David Thompson, portato in Italia dalla Ghenos games, War Chest è un gioco semplice ma profondo, con un’ottima rigiocabilità e longevità e materiali di ottima qualità. Ringrazio la casa editrice Ghenos games per avermi concesso questa copia per poter provare e recensire il gioco.

Ma lanciamoci subito nel vivo della battaglia!

Informazioni e Setup

War Chest si presenta come un titolo molto simile agli scacchi, ma con uno livello in più di strategia e pianificazione. Oltre alle nostre unità sulla plancia dovremo gestire il nostro “bag” o sacchetto, reclutando le varie truppe dalla riserva.

Set Up per 2 giocatori

Ognuno dei 2 Giocatori riceve:

  •  1 Sacchetto.
  • 1 Gettone Reale
  • 6 Segnalini di Controllo, di cui 2 da posizionare subito sulle Caselle di Partenza della propria Fazione
  • 4 Carte Unità
  • Gettoni Unità relativi alle Carte Unità ricevute
  • Per ogni Unità mettere 2 Gettoni all’interno del Sacchetto, più il Gettone Reale

Il set up è davvero veloce e semplice. Per la prima partita consiglio le unità del regolamento, per le partite successive, per una maggiore pianificazione, consiglio di effettuare il draft, permettendo così di creare squadre bilanciate.

Regolamento in Breve

Ogni Round di War Chest è formato da due Fasi:

  • Pescare i Gettoni
  • Usare i Gettoni

Nella prima fase ogni giocatore pescherà dal sacchetto 3 Gettoni casuali, essi potranno essere usati in vario modo nella seconda fase.

Usare i Gettoni

Questa fase è il vero e proprio fulcro del gioco, in cui ogni giocatore, partendo dal primo, userà i Gettoni appena pescati per effettuare le varie Azioni a sua disposizione. Ma andiamole a vedere più nel dettaglio.

In War Chest esistono 3 tipologie di Azione

  • Azione di Piazzamento
  • Azione scartando un Gettone a faccia in giù
  • Azione scartando un Gettone a faccia in su

Le Azioni di Piazzamento si dividono in Schierare e Rinforzare. Lo Schieramento permette di posizionare un Gettone pescato in uno spazio controllato. Ci può essere solo un’unità per tipo sul tabellone. Rinforzare, invece, permette di mettere il Gettone su un’unità già presente sulla mappa, per renderla più resistente durante lo scontro.

Le Azioni che scartano il Gettone a faccia in giù sono: Prendere l’Iniziativa, Reclutare e Passare. Sono mosse strategiche, che permettono di pianificare e gestire la situazione all’esterno del campo di battaglia senza rivelare preziose informazioni agli avversari. Con la prima ottenete il Gettone Iniziativa, che vi permette di diventare nel prossimo turno il primo Giocatore. Con l’azione Reclutare potete prendere una qualsiasi unità dalla riserva e aggiungerla agli scarti, permettendo di avere più Gettoni di quella determinata truppa. E infine Passare, mossa, comunque, per nulla scontata in War Chest, poiché permette di aspettare il momento  giusto per agire. ( il Gettone Reale può essere usato solo per  questo tipo di Azione)

Le Azioni che scartano il Gettone a faccia in su vengono chiamate più precisamente, Manovre. Queste vi permetteranno di effettuare determinate azioni con l’unità del Gettone che scartate:

  • Muovere, permette di spostare un’unità di uno spazio
  • Controllare, permette di prendere il controllo di una determinata posizione sulla mappa, anche se è già presente un segnalino Controllo avversario
  • Attaccare, l’unità potrà attaccare un’unità avversaria adiacente
  • Tattica, se disponibile, quell’unità potrà sfruttare la sua capacità tattica

Importante sottolineare alcune cose. Alcune unità possono attaccare solo usando la loro abilità Tattica; inoltre, alcune unità avranno restrizioni o attributi speciali che modificheranno le regole del gioco. Le Manovre, diversamente dalle altre Azioni, daranno informazioni ai vostri giocatori sui Gettoni scartati, permettendo di prevedere il numero effettivo di Gettoni nel sacchetto o in mano (ogni unità infatti ha un numero prestabilito di Gettoni).

La partita termina quando uno dei giocatori avrà preso il controllo di 6 posizioni sulla mappa, oppure se uno dei giocatori ha eliminato tutti i Gettoni avversari.

Considerazioni

Componenti

Nota estremamente positiva di War Chest sono i componenti. La scatola è fantastica, resistente e con un design davvero stupendo. I materiali e componenti al suo interno sono perfettamente organizzati, le fiches sono di ottima fattura, resistenti e belle sia al tatto che alla vista, e ultimi, ma non meno importanti, i sacchetti sono di un materiale davvero di altissima qualità. Che dire, la Ghenos games quando deve fare qualcosa, la fa bene!

Scalabilità e target

War Chest, come tutti i giochi da tavolo scacchistici, è fatto per 2 giocatori, ma in questo caso la  modalità in quattro giocatori risulta un’eccezione. Il feeling è buono, con una buona interazione tra i giocatori. Ogni giocatore prenderà il controllo di tre unità, portando sulla mappa ben sei truppe diverse alla volta, rendendo ogni partita davvero epica, permettendo un maggior numero di combo e interazioni particolari; inoltre, la mappa diventa più ampia, concedendo più spazio di manovra ai giocatori. Le regole base non cambiano, ma aumentano semplicemente il numero di segnalini controllo da dover posizionare sulla mappa per poter vincere. Il target è davvero per ogni tipo di giocatore; War Chest risulta semplice da imparare, con davvero poche regole da dover ricordare ma offre una profondità strategica davvero elevata.

Longevità e rigiocabilità

Il numero di unità e le varie combinazioni possibili rendono questo titolo davvero longevo. Al suo interno sono presenti ben 16 unità diverse, che possono interagire in vario modo tra di loro. Inoltre, le strategie e le mosse che si possono pianificare sono davvero moltissime. Che dire, War Chest vi terrà incollati alla sedia per un bel numero di partite. Infine, faccio presente che sono già uscite due nuove espansioni, con nuove unità e varianti, che però non sono ancora state portate in Italia.

Difetti

Purtroppo devo far presente anche alcuni difetti presenti in questa scatola. Il primo è il regolamento, che nella versione italiana viene tradotto davvero male, omettendo numerose cose e rendendo alcuni passaggi poco comprensibili:

  • Il gettone Reale può essere usato solo per Azioni con Gettoni a faccia in giù (o per la guardia reale)
  • In alcune occasioni la differenza tra Azione e Manovra può essere mal interpretata

Oltre a ciò faccio presente anche la possibilità di effettuare la famosa e estremamente potente strategia con la Guardia Reale. In parole povere essa consiste nello sfoltire tutto il sacchetto dai gettoni ininfluenti, andando a Posizionare o Rinforzare le unità inutili e lasciare all’interno solo tre Gettoni: il Gettone Reale, un Gettone con la Guardia Reale e un gettone di un’altra unità qualsiasi. Così facendo ogni turno la Guardia Reale potrà muoversi e attaccare, o muoversi due volte, rendendola una macchina da guerra inarrestabile. Ma non spaventatevi, basta semplicemente stampare la modifica aggiunta nell’espansione, che  potrete trovare anche in italiano e sostituire la carta, nulla di più semplice.

Consigli strategici

  • War Chest è un bag-building e, come in un qualsiasi gioco deck building, dovremo gestire e tenere sotto controllo le nostre unità. Per la precisione, un sacchetto ben organizzato, con molte unita di uno o due tipi, sarà più efficace di uno con parecchie unità di vario tipo. Questo perché avere più Gettoni della stessa unità la renderà più attiva, potendola addirittura muovere e farla attaccare nello stesso turno.
  • Alcune unità sono più forti da sole, altre invece necessitano di un supporto come gli Arcieri o i Soldati. In War Chest ci sono vari tipi di unità, tra cui anche i supporti; essi, da soli, non fanno molto, ma combinati con alcune unità possono essere devastanti, come ad esempio Maresciallo-Soldato o Stendardiere-Arciere.
  • La mobilità è estremamente importante. Unità veloci come la Cavalleria e la Cavalleria Leggera sono davvero forti, permettendovi di prendere il controllo della mappa velocemente e di effettuare attacchi rapidi agli avversari.
  • Passare e prendere il gettone Iniziativa è molto importante in War Chest. Molto spesso durante la partita vi troverete in situazioni di stallo durante le quali il giocatore che farà la prima mosse sarà svantaggiato. Al contrario, prendere il gettone Iniziativa come ultimo turno vi permetterà di giocare un turno dopo l’altro.
  • Le informazioni sono importanti. In War Chest poter calcolare la quantità di unità presenti nella mano o nel sacchetto del vostro avversario sarà di estrema importanza per pianificare le vostre mosse.

Conclusioni

War Chest è stato una vera sorpresa per me. Un gioco solido, strategico e facile da intavolare. Con materiali di altissima qualità e una scatola curata alla perfezione. Un titolo, che pur avendo qualche piccolo difetto, mi ha ammaliato fin dalla prima partita. Un astratto che rimarrà sul mio tavolo per tanto tanto tempo. Non fatevelo scappare!

Se volete trovate una partita completa del Puzzillo del Sud a questo LINK

Per acquistare i vostri giochi da tavolo vi consigliamo il nostro store di fiducia GET YOUR FUN

2 Mi Piace