Riscopriamoli – Dominion

Non fuit in solo Roma peracta die, non venit exiguo tempore larga seges.

“Roma non fu fatta in un giorno, in poco tempo non cresce un abbondante raccolto”.

Ci vuole del tempo per costruire qualcosa d’importante.

Dominion, ideato da Donald X. Vaccarino e distribuito in Italia da Giochi Uniti, è un gioco da tavolo in cui un gruppo 2-4 giocatori, dovrà cercare di costruire il regno più grande e più esteso nel minor tempo possibile.

Il gioco in breve

In Dominion il nostro regno sarà semplicemente il nostro mazzo di carte, essendo un deckbuilding a tutti gli effetti. Un deckbuilding è una tipologia di gioco in cui ogni giocatore inizierà con uno stesso mazzo di carte, in questo caso di dieci (7 monete di Rame e 3 Tenute), e avrà a disposizione uno stesso mercato (10 mazzi di carte diversi) dove poter acquistare carte per ingrandirlo. A turno ogni giocatore potrà effettuare solo un’azione e un acquisto utilizzando le carte che si hanno in mano, inoltre, a fine di ogni turno, ogni giocatore dovrà scartare tutte le carte non utilizzate e pescarne altre cinque. Una volta che il mazzo di carte è finito e non si può più pescare si prendono gli scarti, si mischiano e si crea un nuovo mazzo.

Il gioco si concentra principalmente nel creare un mazzo di carte più solido possibile, che permetta di acquistare pian piano carte più costose e più efficienti, andandolo a sfoltire scartando le carte non più utili, velocizzando notevolmente il ritmo di gioco.

La partita si conclude quando si manifesta una delle seguenti due condizioni:

  • il mazzo delle Province finisce
  • 3 mazzi di carte finiscono.

 

Esistono diversi tipi di carte in Dominion: le carte tesoro Rame, Argento e Oro (1,2,3 di valore), le quali permettono di comprare le carte durante la fase di acquisto; le carte azione, che permettono di fare più azioni o acquisti consecutivi, pescare e scartare carte o ostacolare gli avversari. In Dominion quindi si cerca di creare un mazzo che permetta di combinare e giocare più carte possibili, per aumentare il tesoro posseduto per turno, potendo così acquistare le carte Vittoria. Infatti, come detto prima, solo il giocatore con più punti vittoria sarà il vincitore e le carte Vittoria, in questo caso Tenuta, Ducato, Provincia, permettono di ottenere 1,3,6 punti vittoria. Importante sottolineare che le carte Vittoria non permettono di acquistare o fare più azioni, appesantendo così il mazzo; starà appunto nell’abilità del giocatore creare un mazzo appropriato e più veloce, che gli permetta di guadagnare più punti vittoria nel minor tempo possibile.

 

Considerazioni

Dominion è uno dei migliori deckbuilding sul mercato, non per altro è stato il primo ad introdurre questa meccanica. L’aspetto che più sorprende di Dominion è l’infinita rigiocabilità, infatti presenta moltissime espansioni (ad oggi 7 espansioni minori e 2 set base); basti pensare che con un solo set base costituito da venticinque tipi di mazzi diversi, si arriva a più di 3 milioni possibili combinazioni, essendo dieci i mazzi usati per ogni partita.

Per concludere Dominion è un bel gioco, rapido, con regole semplici e facili da spiegare, ottimo anche per giocatori occasionali, longevo, riutilizzabile e con una buona complessità strategica. Alcuni difetti ci sono comunque: l’astrazione del gioco, (infatti il nostro regno sarà costituito semplicemente da carte, per questo è consigliato solo agli amanti del genere deckbuilding), il prezzo un po’ troppo elevato per la necessità di buste protettive, vista la frequenza nel mescolare le carte e forse, per gli amanti del genere, un gioco un po’ superato causa le innumerevoli uscite degli ultimi anni, pur rimanendo un pezzo di storia nel mondo dei giochi da tavolo.

Per acquistare i vostri giochi da tavolo vi consigliamo il nostro store di fiducia GET YOUR FUN

0 Mi Piace