Recensione – Herbaceous

Sfoderiamo il nostro pollice verde e rilassiamoci piantando spezie nel nostro orticello privato con Herbaceous! 

Caratteristiche: 

⏳20 min.
👨🏻‍🎓| Eduardo BarafSteve Finn, Beth Sobel
👥| 1 – 4
👪| 8 +
📆| 2021 – Little Rocket Games 

Componenti: 

  • 72 carte spezie
  • 16 carte recipiente, di 4 colori diversi (per i 4 giocatori)
  • 4 divisori “giardino privato”, di 4 colori diversi (per i 4 giocatori)
  • 1 carta “Tortino alle erbe”

Il gioco in breve…

A turno, dovremmo pescare 2 carte dal mazzo comune e decidere quale mettere nel nostro giardino privato e quale nel giardino comune. Attingendo sia dal nostro giardino privato, che da quello comune, dovremmo esser bravi a cogliere il momento perfetto per riempire i nostri vasi, con il maggior numero di spezie richiesto, ma stando attenti a non farsele rubare prima dagli avversari! 

Ogni vaso richiede un gruppo di piante specifico. Più piante di quel tipo si riescono a piantare nel vaso, più si faranno punti. Attenzione: un vaso può essere riempito una sola volta, non si possono poi aggiungere spezie a quel vaso, nel corso della partita. 

Quando il mazzo centrale si esaurisce e tutti i giocatori hanno piantato le eventuali spezie rimaste, finché riescono a soddisfare i requisiti dei vasi, il gioco termina: chi ha più punti è il vincitore. 

Setup

A seconda del numero di giocatori presenti in partita, andranno rimosse un tot di carte dal mazzo centrale, ed esso viene posto al centro del tavolo, dove si troverà il giardino comune.

Ogni giocatore riceve i 4 vasi del proprio colore e posiziona il proprio divisore “giardino privato” davanti a se, avendo cura di lasciare uno spazio adeguato a contenere le proprie spezie personali, al di sotto di esso. 

Posizionare la carta “tortino alle erbe” vicino all’area di gioco, visibile a tutti.

Il giardino prende vita….

A partire dal primo giocatore (ovvero colui che più di recente ha cucinato o piantato spezie), abbiamo la possibilità di svolgere una delle 2 azioni per turno:

  • pescare 2 carte dal mazzo centrale, mettere una delle due spezie nel nostro giardino privato (qui nessuno potrà rubarcela) e l’altra nel giardino comune (dal quale tutti possono attingere)
  • piantare spezie in uno dei 4 vasi a nostra disposizione. Fatto ciò il nostro turno termina senza dover pescare le 2 carte

Ovviamente, durante il primo turno, non sarà possibile invasare nulla nei vasi, non essendoci spezie disponibili.

Per piantare in uno dei propri vasi, i giocatori potranno prendere le spezie sia dal proprio giardino privato che da quello pubblico. Non c’è limite al numero di spezie che si possono prelevare dai 2 giardini. Un giocatore potrebbe anche decidere di attingere solo dal giardino privato o solo da quello pubblico. L’importante è sapere che, una volta piantato in quel vaso un tot di piante, non se ne potranno più aggiungere in seguito durante la partita. 

Ogni vaso può contenere un massimo di 7 spezie (o coppie di esse), ad eccezione del barattolo di vetro che ne conterrà solo 3. Più spezie si riescono a piantare tutte in una volta in un vaso, più punti si faranno. Ogni vaso ha però delle caratteristiche specifiche da rispettare, che vedremo in seguito.

Se un giocatore arriva ad avere tutti e 4 i vasi con spezie piantate, dovrà comunque continuare a pescare carte e posizionarle nei giardini, finché il mazzo centrale non sarà completamente esaurito. A questo punto, sempre in ordine di turno, i giocatori continuano a piantare nei propri vasi finché riescono.

Il giocatore che per primo riesce a mettere nel barattolo di vetro tutte e 3 le 3 spezie speciali, otterrà il tortino alle erbe che, a fine partita, varrà 5 pt. Quando tutti non possono più piantare nulla, il gioco termina. Chi ha collezionato più punti sarà il vincitore. 

I vasi in dettaglio….

  • Vaso grande: qui è possibile piantare da 1 a 7 spezie dello stesso tipo.
  • Fioriera in legno: qui è possibile piantare da 1 a 7 spezie tutte diverse tra loro.
  • Vasi piccoli: qui è possibile piantare da 1 a 6 coppie di spezie. Ogni coppia deve esser diversa dalle altre.
  • Barattolo di vetro: 3 spezie qualsiasi possono esser piantate qui, uguali o diverse. Le spezie speciali però (identificate da un numero da 1 a 3 sopra la carta, che saranno poi punti che andranno a sommarsi a quelli ottenuti dai vasi) potranno essere piantate solo qui. Si possono mischiare spezie speciali con spezie normali, sempre fino a un massimo di 3.

Impressioni finali 

Herbaceous rientra nella categoria dei “Set Collection”: è un gioco molto semplice, adatto davvero a chiunque! Le regole sono intuitive e velocissime da spiegare, il regolamento è ben fatto e dopo la prima lettura, si può iniziare subito a giocare senza troppi dubbi e perplessità.

La durata della partita si attesta intorno ai 20 minuti se si gioca in 4, anche meno se si gioca in 2. Questo permette di intavolare il gioco anche “al volo” quando si ha voglia di fare una partita rapida ma non si ha molto tempo a disposizione. 

In una partita ad Herbaceous non basterà coltivare solo il proprio orticello! Fondamentale sarà dare un’occhiata anche ai giardini privati degli avversari per capire il momento migliore in cui prendere spezie dal giardino pubblico e piantarle nei propri vasi!

Il tema e l’ambientazione aggiunge un che di “rilassante” alla partita: il gioco già di per sé non è nulla di stressante e macchinoso, l’idea di coltivare e piantare il proprio giardino rende il tutto ancora più leggero.

Dovendo togliere carte se si gioca in 2 o in 3 giocatori, sicuramente il gioco dà il meglio di sé in una partita a 4, ciò non significa che è assolutamente controindicato giocarlo in meno di 4! 

La scatola è di dimensioni ridotte e molto leggera, questo fa si che il gioco si possa trasportare davvero ovunque. Unendoci le caratteristiche di velocità e semplicità del gioco, esso diventa a tutti gli effetti un piccolo gioierllino per la propria collezione!

Per acquistare questo gioco con un piccolo sconto vi consigliamo il nostro store di fiducia GET YOUR FUN

2 Mi Piace