Prime Impressioni – La belle Époque

Vengo a conoscenza di questo gioco tramite passaparola, inizio a studiare quel poco materiale che si trova su internet e via… parte la scimmia!
Ho avuto l’immenso piacere di ricevere una copia dalla casa editrice per poter diffondere questo gioco che a mio modesto parere è molto bello, ma conosciuto davvero da pochi… (preparatevi perchè nel giro di qualche settimana vedrete un video con tutorial e recensione)
Ma partiamo dal principo, di cosa tratta: “La Belle Époque”?
La Belle Époque è quel periodo storico, socio-culturale e artistico europeo che va dall’ultimo ventennio dell’Ottocento all’inizio della prima guerra mondiale (infatti nel gioco la partita potrebbe finire prematuramente a causa dell’evento: “Attentato di Sarajevo”).
In questo gioco, i giocatori guideranno una delle quattro potenze maggiori dell’epoca: “Gran Bretagna, Francia, Russia, Imperi Centrali (Germania\Impero Austro-Ungarico)”.
Come Leader di una delle quattro potenze, nel corso di 9 turni (7 o 8 se vi è l’attentato) dovremo cercare di gestire l’aspetto diplomatico ed economico della nostra fazione.

Tra le varie azioni presenti nel gioco abbiamo:
– Inviare missioni diplomatici presso nazioni minori o colonie
– Costruire la nostra grande opera
– Vendere Armamenti (dal quarto turno in poi)
– Giocare carte intrigo o carte nazionali
– Iniziare contese diplomatiche
– Costruire Flotte ed Eserciti
– Mobilitare le Flotte
– Investire nell’economia
– Migliorare il prestigio della nostra potenza
– Passare

Il gioco ruota attorno all’inviare il nostro asset politico\spionaggio per convincere le nazioni minori ad allearsi con noi (fornendoci vari bonus tra cui soldi, eserciti, flotte etc…) e\o ottenere il favore delle colonie così da ottenere punti che ovviamente ci serviranno per la vittoria.
L’aspetto principale del gioco è sicuramente quello di maggioranza per gli accordi diplomatici nelle nazioni\colonie. Ma attenzione, poichè non saremo soli e ad un certo punto le potenze avversarie faranno partire delle contese diplomatiche, forzando (dove serve) con eserciti e flotte. Inoltre dovremo stare attenti ai vari intrighi sia a livello mediatico, che economico e sociale.
Le Potenze vengono giocate in modo asimmetrico con punti di forza e debolezze… e bisogna continuamente cercare di bilanciare il controllo in europa, asia e africa (i 3 continenti protagonisti delle varie contese).
Per me è un gioco da giocare in 4, ma vi sono i bot che permettono pure di giocare in solo, oppure se uno preferisce potrebbe guidare più potenze (consiglio i bot o giocare direttamente in 4 persone, che è davvero l’esperienza definitiva per questo gioco).
E’ un titolo che richiede tempo (le partite durano almeno 3 ore, forse meno in caso di attentato) e dedizione (non è così facile apprendere le strategia della propria potenza). La fortuna ha un suo peso, in particolare per gli eventi che escono all’inzio di ogni turno e nei combattimenti con lanci di d6 (mitigabili con eserciti, flotte e potenziamenti vari)… ma il bello in questo gioco è anche l’imprevedibilità di quello che accadrà ogni 4 anni ( 1 turno equivale a 4 anni).
Mi domando come mai sia passato così tanto in sordina… perchè per me questo è un gioco che merita davvero, davvero tanto…. più di tanti altri titoli…
Per adesso preferisco lasciarvi solo le mie impressioni e approfondirò meglio l’argomento nella recensione che uscirà tra qualche settimana sul mio canale 🙂
PS: per dubbi, informazioni o altro chiedetemi pure 🙂

Per acquistare i vostri giochi da tavolo vi consigliamo il nostro store di fiducia GET YOUR FUN

3 Mi Piace