Takenoko Chibis: L’amore all’ombra del bambù

Volevo trovare un titolo poetico per potervi parlare di Chibis, ovvero l’espansione di Takenoko, però mi sa che è uscita ‘na mezza ciofeca.
Nel gioco base del famoso e prolifico Antoine Bauza (7 Wonders, Hanabi, Tokaido ecc.) dovevamo muovere le pedine di un panda goloso di bambù, e di un giardiniere frustrato intento a far crescere le piantagioni divorate dal simpatico simbolo del WWF.
L’imperatore del Giappone aveva infatti accettato il dono proveniente dalla vicina Cina e aveva lasciato che l’animale scorrazzasse libero per i giardini imperiali per la “gioia” del povero giardiniere di corte.

Di che gioco si tratta?

Se vabbè, non lo conoscete? È un piazzamento tessere e per di più è davvero ben fatto. Chi ha avuto modo di provarlo avrà toccato con mano i materiali e apprezzato l’effetto ottico dato dalle piante di bambù. Lo scopo del gioco era risolvere un tot. di carte obiettivo (Terreno, Panda e Giardiniere) e fare più punti degli avversari.
Un entry-level di tutto rispetto, apprezzatissimo dai più giovani e dalle fidanzate/mogli tra cui la mia che come ha visto il pandino si è innamorata e ha voluto assolutamente giocarci tipo un sacco di volte.
Ogni volta battendomi ovviamente.

“Amò! C’è l’espansione del panda. Comprala!”

L’imperativo si sa, non può essere ignorato. Così eccoci a parlare di questa piccola scatoletta che contiene tutto e nulla di più di quello che un’espansione dovrebbe avere.
Il gioco infatti viene migliorato ma non snaturato, gli viene donata nuova longevità e il suo fattore alea (tanto criticato dai puristi che mi chiedo sempre perché se lamentano tanto? Non gli basta la vita vera come raccoglitore di sfiga?) viene mitigato dalla pedina della Sig.ra Panda.
Esatto. Il nostro amico, purtroppo, in via d’estinzione viene finalmente raggiunto da un bellissimo esemplare femmina che, al contrario del suo compagno, non mangerà bambù ma potrà essere mossa nella stessa tessera del partener per procreare dei cuccioli di panda.
Per farlo dovremo scartare delle sezioni di bambù del colore della tessera cucciolo che vorremo pescare. I colori sono gli stessi del base ovvero verde, giallo e rosa. Ogni tessera cucciolo vale 2 punti e inoltre fornisce un piccolo bonus per aiutare il giocatore nell’impresa di vincere la partita.
La gestione di questo doppio movimento (che dovremo sempre scegliere, non potremo mai muovere entrambi i panda eccezion fatta nel caso di un lancio di dado stagione fortunato) riesce nell’intento di aumentare l’impegno tattico al tavolo.

Cos’altra c’è dentro la scatoletta?

Tutto ciò che serve, nulla di più, il tutto ad un prezzo che per un’espansione ci può stare (si trova a meno di €20. Nuovi pezzi di bambù, nuovi obiettivi da aggiungere al gioco base ma soprattutto nuove tessere terreno che apportano modifiche sostanziali a tutte le azioni possibili (sia la crescita del bambù, sia la scelta e la realizzazione degli obiettivi) e che identificano il movimento della Signora Panda. Il personaggio infatti comincia fuori dal gioco e verrà piazzato nel giardino solamente quando un giocatore pescherà una tessera terreno con raffigurata la simpatica faccina della signora.
Questa inoltre muoverà in automatico ogni qual volta che una nuova tessera con l’apposito simbolo verrà piazzata a terra. Questo aumenta la difficoltà di programmazione perchè potremo vedere il segnalino spostarsi qua e là a seconda della scelta dei nostri avversari.

“Eh ma è un gioco di sola fortuna!”

Questo veniva detto al gioco base ma nel regolamento veniva indicata una variante “esperti” che indicava a tutti i giocatori di cambiare eventuali obiettivi pescati già realizzati nel giardino (dunque obiettivi terreno e giardiniere) e di pescarne di nuovi. In questa espansione avrete altre 2 varianti che vi permetteranno di aumentare di poco la difficoltà.
Potrete scegliere di non far mangiare MAI la sezione base della pianta di bambù e potrete far valere il set di obiettivi realizzati dei punti vittoria ulteriori.
Questo sicuramente è un buon metodo per rendere le partite più sfidanti anche se personalmente non ne ho mai sentito l’esigenza. Parliamoci chiaro: se si vuole un gioco più difficile si gioca ad altro. Molto semplice.
Takenoko ha la sua forza in questa sua immediatezza che è propria di quasi tutti i giochi di questo autore, bravissimo nel creare prodotti Pop che appagano molti sensi. Per il resto compratevi Lacerda e vedrete che sarete finalmente contenti di lasciare la fortuna a secco.

“In verità vi dico…

…vabbè così mi pare eccessivo. Volevo citare uno famoso. Se amate Takenoko non potete non acquistare questa espansione. Ne aumenta la longevità e grazie alle due varianti proposte riuscirà ad addolcire anche i palati più duri.
Una volta integrato Chibis non tornerete più al gioco base e vorrete far felice la vostra donna con tutti questi cuccioletti di panda che…no in realtà la mia lei c’è rimasta male perché s’aspettava delle miniature di mini panda che scorrazzavano per il giardino, pucciose e dolcine e vabbè…s’è incazzata e m’ha battuto malissimo. Come sempre. Addio.

Per acquistare i vostri giochi da tavolo vi consigliamo il nostro store di fiducia GET YOUR FUN

6 Mi Piace