Recensione – MegaCity Oceania

Dopo Citites Skyline, sono di nuovo alle prese con un gioco che tratta la costruzione di città!

Con MegaCity Oceania, saremo catapultati in un’ambientazione futuristica e dovremmo destreggiarci con la costruzione dei vari grattacieli. E quando dico “costruzione”, intendo che li dovremmo proprio costruire noi! Pezzo per pezzo!

Specifiche:

⏳| 45 – 60 min.
👨🏻‍🎓| Michael Fox (II), Jordan Draper
👥| 2 – 4
👪| 8 +
📆| Ottobre 2020, in Italia grazie ad Asmodee

Il Gioco

Ci troviamo nell’anno 2100, precisamente in Australia, Costa D’Oro. Iniziano i primi problemi legati al sovraffollamento, i cambiamenti climatici hanno portato a un drastico innalzamento del livello dei mari, la soluzione sembrerebbe quella di costruire mega grattacieli, adagiati su piattaforme galleggianti!

Componentistica:

La scatola è molto capiente, pesante e bella piena di materiale! Al suo interno troviamo:

  • Regolamento
  • Sacchetto di stoffa per contenere tutte le parti edificio
  • 150 parti edificio di 3 colori diversi che rappresentano il vetro, il demento e l’acciaio
  • 29 piattaforme
  • 36 contratti
  • Plancia dei premi
  • 4 premi specializzazione
  • 4 premi diversificazione
  • 1 premio edificio più alto
  • 2 righelli
  • 1 Segnalino edificio più alto
  • 32 cubi giocatore, in 4 colori
  • 60 segnalini prestigio

Componenti e vari materiali sono davvero ottimi! Le piattaforme sono fatte di cartoncino molto spesso e resistente, le varie parti edificio non presentano nessun difetto e sono perfettamente lisce (diversamente avrebbero potuto compromettere la costruzione dei grattacieli), i vari premi sono anch’essi di cartoncino resistente, così come i righelli, che sono molto precisi per le misurazioni. Le carte sono forse un pochino più delicate, per sicurezza consiglierei di imbustarle per preservare i bordi e gli angoli.  Il sacchetto di stoffa in dotazione, è davvero un ottimo modo per sistemare le varie parti edificio, e molto utile anche durante il gioco, per la “pesca” di esse.

Setup:

Il setup è molto rapido: Ognuno, scegliendo il colore, prende il set di cubetti e lo mette di fronte a sé. A seconda del numero di giocatori, verranno distribuite alcune parti di edificio, mentre verrà consegnata a tutti la piattaforma “Parco”. Andrà posizionata la pancia con i premi, poi verranno estratti a caso un tot di contratti (il num dipende dal num di giocatori)  dal mazzo di carte e posizionati sul tavolo, suddivisi per colore e raggruppati in colonne, mentre le piattaforme andranno disposte in pila, e dalla cima bisognerà prelevare le prime 3 piattaforme disponibile e metterle davanti ad essa, sul tavolo, così da formare la riserva delle piattaforme. Al centro del tavolo verrà posta la prima piattaforma, quella del “parco centrale”: da qui dovrà iniziare a svilupparsi il resto della città.

Inizia la partita…

Sia i contratti che le piattaforme presentano 4 colori, che rappresentano il tipo di edificio: Viola per edificio pubblico, azzurro per gli industriali, giallo per i commerciali, rosso per i residenziali. Ovviamente il colore della piattaforma dovrà sempre corrispondere al tipo di edifico (e quindi al colore del contratto) che andremo a costruire.

Ogni giocatore, durante il suo turno, avrà a disposizione al massimo 2 azioni standard (3 per le partite a 2 giocatori) oppure potrà decidere di consegnare un edificio.

Le azioni standard che possiamo effettuare sono:

  • Pescare un nuovo contratto dalla cima delle colonne disponibili sul tavolo. Attenzione: si possono possedere solo 2 contratti contemporaneamente, 3 nel caso di una partita a 2 giocatori.
  • Prendere una nuova piattaforma a scelta tra le 3 disponibili sul tavolo, ai piedi delle rispettive colonne. Andrà poi rifornito lo spazio lasciato vuoto, con una nuova piattaforma sul tavolo. Attenzione: si possono possedere al massimo 2 piattaforme davanti a sé (3 in una partita a due).
  • Pescare parti di edificio dal sacchetto: si può decidere di pescare a caso 3 parti di edificio alla volta, oppure 1 sola parte di edificio di un materiale specifico. In questo caso il materiale andrà annunciato anche agli altri giocatori prima di prenderlo. Si possono avere un massimo di 15 parti edificio davanti a sé, a fine turno, nel caso si ecceda nel numero, bisogna rimettere nel sacchetto le parti in più.
  • Riqualificare una piattaforma: tutte le piattaforme, ad esclusione di quella parco, sono double face. Il condotto di ventilazione posto su ogni piattaforma, ci indicherà il colore dell’altra faccia. Abbiamo quindi la possibilità , con quest’azione, di girare una delle piattaforme in nostro possesso.
  • Ripristinare la riserva delle piattaforme: avremo modo di scartare le 3 piattaforme disponibili nella riserva e collocarle in fondo alla pila, prenderne le 3 piattaforme ora disponili in cima e disporle, come sempre, davanti alla pila, per formare la nuova riserva.
  • Riorganizzare i contratti: come per le piattaforme, possiamo prendere uno dei contratti in cima a una colonna, rimetterlo alla fine e rivelare un nuovo contratto.

Le regole di costruzione

Oltre a rispettare i contratti, dovremmo attenerci anche ad alcune regole fisse per la costruzione sulle piattaforme: ogni piattaforma presenta su di essa 3 cerchi bianchi, che rappresentano i condotti di utenza per l’acqua, l’elettricità ecc…. e un condotto di ventilazione. Dobbiamo sempre far si che almeno una, o anche più parti di edifico, vadano a toccare tutti e 3 i condotti utenza: è importante almeno toccarli, non necessario coprirli. Per il condotto di ventilazione invece, è obbligatorio lasciarlo scoperto! (Solo alcuni contratti ci permetteranno di poterci costruire sopra). Non si può mai sforare oltre i confini della piattaforma. Il cubetto del nostro colore non concorre mai al raggiungimento obbiettivo delle “parti edifico” richieste da un contratto, ma è invece considerato valido per l’obbiettivo “altezza” richiesto dal contratto.

Pronti per la consegna!

Non appena saremo riusciti a soddisfare i requisiti di un contratto e saremo quindi pronti a consegnare, dovremmo annunciare la cosa agli altri giocatori che dovranno smettere subito di costruire i loro edifici: questo perché il momento della consegna è un momento delicato, ed è necessario che l’area di gioco subisca meno vibrazioni e movimenti possibili. Dopo aver dimostrato agli altri giocatori di aver rispettato i requisiti del contratto, e posto sul nostro edificio il cubetto del nostro colore per rappresentare che l’edificio è di nostra proprietà, faremo scorrere, delicatamente, la piattaforma con il nostro edificio, fino ad arrivare ad agganciarla alle piattaforme già presenti in città (o nel caso di consegna del primo edificio, andrà agganciato al parco centrale). Durante quest’azione, potrebbe succedere che il nostro edificio non regga e crolli, in tal caso, recuperiamo tutti i pezzi caduti, li riportiamo nella nostra area di gioco, compresa la piattaforma e il nostro turno finisce immediatamente, dovremmo ritentare la consegna in seguito. Non si avranno però perdite di punti in caso di crollo edificio.  Attenzione: la città potrà espandersi solo fino a 3 tessere di distanza dal parco centrale!

Se l’edificio viene consegnato con successo, gireremo il contratto soddisfatto e avremo l’opportunità, volendo, di compiere altre azioni:

  • Collocare un parco: se volgiamo, possiamo prendere la nostra tessera parco e agganciarla all’edificio appena consegnato. importante però, la tessera parco non può mai confinare con altre tessere parco, ma solo con tessere edificio!
  • Collocare un monumento nel parco: se abbiamo deciso di collegare una tessera parco all’edificio consegnato, possiamo, volendo e potendo, aggiungere un monumento al centro di esso! Prendiamo quindi un qualsiasi pezzo di edificio a nostra scelta che abbiamo nella nostra riserva (se ne abbiamo, altrimenti non potremo effettuare quest’azione) e mettiamolo sulla tessera del parco: a fine partita, ogni edificio confinante con questa tessera, otterrà punti bonus!
  • Collocare un monumento nel parco centrale: ogni qual volta verrà consegnato un edificio pubblico (piattaforma e contratto viola), si ha la possibilità di mettere un monumento presso la piattaforma del parco centrale, con la stessa modalità del parco semplice. In questo caso però, se si svolgerà l’azione, si otterrà subito un segnalino pt prestigio! Ovviamente, il primo giocatore che consegnerà un edificio pubblico, troverà il parco centrale libero da monumenti! Per le consegne successive invece, basterà rimuovere l’attuale monumento al parco centrale, e sostituirlo con un nuovo monumento, sempre attingendo dalla nostra riserva, in questo modo avremo diritto al pt bonus! L’edificio, non occorre sia per forza confinante con il parco centrale, per poter svolgere quest’azione!

[vplayer id=4736]

Come ottenere punti bonus

Ecco le uniche azioni che ci permetteranno, durante la partita, di guadagnare punti prestigio extra:

  • Consegnando l’edificio più alto di tutta la città: aiutandoci con i righelli in dotazione, dobbiamo verificare che l’edificio da noi consegnato, sia al momento quello più alto in città! Se così fosse, mettiamo sulla sua piattaforma l’indicatore di edificio più alto e otteniamo un pt prestigio. Il primo edificio consegnato è sempre l’edificio più alto e ha diritto al bonus!
  • Consegnare un edificio composto da un unico materiale: se riusciamo a consegnare un edificio composto solamente o da vetro o da cemento o da acciaio, possiamo immediatamente guadagnare un punto prestigio extra.
  • Collocando monumenti presso il parco centrale: ogni qual volta consegniamo un edificio pubblico, come descritto sopra, possiamo mettere un monumento al parco centrale e guadagnare un pt bonus.

Quando finisce la partita?

Quando l‘ultimo contratto standard disponibile nelle colonne verrà preso da un giocatore, bisognerà collocare al posto dei contratti standard, i 4 contratti speciali (carte con il resto bianco). Questi contratti possono essere presi da ogni giocatore che non abbia più alcun contratto standard davanti a sé, essendo già riuscito a soddisfarli tutti. Si potrà però lavorare solo su un contratto speciale alla volta! Quando anche l’ultimo contratto standard in gioco verrà soddisfatto, ognuno dei giocatori ha diritto al suo turno finale, dove si potranno svolgere le consuete azioni di ogni normale turno di gioco. Dopo aver svolto, per ogni giocatore, l’ultimo turno, ognuno dovrà scegliere se consegnare il suo ultimissimo edificio, oppure riciclare tutte le parti edifico nella sua riserva, rimettendole nel sacchetto. Se durante questa ultima consegna, l’edifico crolla, non si avranno più possibilità per tentare un’ ulteriore consegna, bisogna prendere le varie parti edifico crollate, e tenerle davanti a sé, senza poterle più riciclare. Ogni parte edificio che saremo costretti a tenere, porterà un effetto negativo sul punteggio! Anche nel caso finissero tutte le parti edificio da pescare nel sacchetto, si andrà direttamente a svolgere l’ultimo turno a testa per ognuno.

Calcolo del punteggio finale e vittoria

  • Edifici confinanti con il parco centrale e con ogni altra tessera parco: a patto che in questi parchi sia presente un monumento, ogni edificio confinante con essi otterrà un punto prestigio extra. Se un edificio confina con più parchi contemporaneamente, prenderà un gettone prestigio per ogni parco ad esso collegato.

Tessere premio: andranno poi distribuite così le tessere premio:

  • Premio specializzazione: Controllando i contratti soddisfatti di ogni giocatore, quello che avrà il più alto numero di pt prestigio per tipologia di contratto (quindi sia per quelli viola, che per quelli azzurri, che per i gialli che per i rossi), si aggiudicherà la tessera premio corrispondente. Un giocatore può quindi aggiudicarsi più di un premio per questa categoria.
  • Premio diversificazione: andrà al giocatore che sarà riuscito a costruire almeno un edifico per ogni tipologia (o colore) disponibili.
  • Premio edificio più alto: andrà al giocatore che a fine partita detiene il record per l’edificio più alto della città.

Andranno poi sommati tutti i pt prestigio presenti dietro ai contratti soddisfatti, ogni segnalino prestigio posseduto varrà 1 pt, aggiungere i pt ricavati dai vari premi ricevuti e sottrarre 1 pt per ogni 3 parti edificio rimaste nella nostra riserva.

Il giocatore con il punteggio più alto sarà il vincitore!

Impressioni finali:

Nonostante io prediliga giochi con ambientazioni più datate (medioevo, antica Roma, rinascimento ecc…) e non eccella in manualità, questo gioco mi è particolarmente piaciuto! Non capita spesso infatti di potersi mettere alla prova costruendo, nel vero e proprio senso della parola, gli edifici da mettere in gioco, il più delle volte trattasi di edifici già “pronti” da piazzare… La soddisfazione che deriva dal riuscire a costruire una bella struttura, sia in termini estetici che in termini di “solidità” è alta, una volta consegnata con successo la piattaforma!

Qui invece avrete modo di sbizzarrirvi con la fantasia e dare sfogo alla vostra creatività, ricordandovi però sempre, che in fase di consegna, non dovrete sfidare troppo le leggi della fisica! Punto dolente, per via delle modalità di consegna dell’edifico, può essere la superficie sulla quale decidete di giocare: vietatissime tovaglie o stoffe di ogni genere che non permettano lo scorrimento fluido della piattaforma. Anche eventuali tavoli con leggere increspature del legno, ruvidi ecc sono sconsigliati!

I materiali, come già anticipato, sono davvero ottimi, la meccanica non è per nulla complessa e adatta anche ai neofiti. La manualità richiesta non è per nulla esagerata, anzi, ma non mi sentirei di decretarlo un “gioco per famiglie” in quanto un minimo di praticità e strategia nella costruzione è richiesta. La rigiocabilità è molto alta, proprio grazie al fatto che i contratti non vengono mai utilizzati tutti in una partita, e ce ne sono di vari! La creatività nel cimentarsi ogni volta con costruzioni sempre diverse al limite della “stabilità” porta il gioco ad essere molto vario e non noioso.  Un’altra pecca potrebbe derivare dal down time: teoricamente, gli edifici andrebbero costruiti durante il turno degli avversari, ma non sempre si riesce a stare nelle tempistiche…ecco perché questi tempi potrebbero prolungare la durata dei turni di gioco, rendendo l’attesa un po’ lunga, questo avviene specialmente nelle partite a 2 giocatori! Per le partite a 4 invece, questi tempi morti sono più ridotti ma si potrebbe incappare in un altro “problema“, potrebbe capitare che si verificasse un più rapido esaurimento dei pezzi edificio nel sacchetto, determinando un brusco fine partita, senza la possibilità di mettere in gioco i contratti speciali! Il prezzo, ovviamente rispecchia la componentistica, quindi non mi sento di dire che non ne valga!

Mi sento quindi di consigliarvi questo gioco, non è sicuramente il gioco immancabile della collezione, ma merita come meccanica originale, creatività e semplicità!

Per acquistare i vostri giochi da tavolo vi consigliamo il nostro store di fiducia GET YOUR FUN

4 Mi Piace