Recensione – I Castelli della Toscana

Castelli della Toscana, un bellissimo gestionale basato su strategia e sviluppo, ambientato nella  Toscana del XVII secolo. Ricoprendo il ruolo di principi, dovremo far fiorire i terreni vicini al nostro castello, ponderando bene le scelte e costruendo nuove città, locande, terreni agricoli, castelli, villaggi, monasteri e cave che renderanno florida la nostra regione, portandoci alla vittoria!

Caratteristiche: 

⏳| 45/60 min.
👨🏻‍🎓| Antje StephanClaus Stephan
👥| 2-4 
👪| 10 +
📆| 2020 – Ravensburger 

Componenti:

  • Plancia circolare dei punti vittoria
  • 120 tessere esagonali divise per i 4 colori dei giocatori (22 a testa)
  • 32 tessere neutrali
  • 25 tessere bonus
  • 122 carte di gioco
  • 27 carte commercio
  • 1 carta giocatore iniziale
  • 12 sezioni plancia (A – B – C)
  • 4 tabelle personali
  • 12 pedine in legno “Marmo”
  • 12 lavoratori in legno
  • 10 esagoni in legno
  • 2 pedine per giocatore in legno
  • 8 tessere colore
  • 4 segnalini 50/100

Il gioco in breve…..

Si giocano 3 round. Scegliendo tra le tessere scoperte sul tavolo, dovremmo man mano costruire ed espandere l’area attorno al nostro castello. Ogni edificio che decideremo di costruire andrà pagato tramite le carte nella nostra mano, ma comporterà anche diversi benefici. Riempiendo man mano la nostra plancia, avremo via via diritto a dei bonus, sia per colore che per “caselle occupate”. Le tessere prese dal tavolo andranno rimpiazzate man mano con le nostre tessere personali: appena la prima fila di tessere personali di un giocatore termina, si effettua il calcolo parziale dei punti. Così avviene anche per il secondo e terzo round. Alla fine del terzo round verrà effettuato un ulteriore calcolo dei pt che prenderà in considerazione anche eventuali “materiali” rimasti inutilizzati sulla plancia personale. Chi fa più punti è il vincitore

Set – up 

  1. Posizionare la plancia dei pt vittoria in mezzo all’area di gioco
  2. Mescolare, impilare e formare 2 mazzi separati vicino alla plancia, sia per le carte di gioco che per le carte commercio 
  3. Dividere in 5 pile, a seconda del tipo, le tessere bonus e posizionarle vicino alla plancia
  4. Posizionare le 8 tessere colore, una a fianco all’altra, con il lato con il num 1 visibile. 
  5. Le pedine marmo, lavoratore ed esagono vanno tenute in una riserva generale alla portata di tutti
  6. Mescolare le 32 tessere neutrali e disporle nell’area di gioco vicino alla plancia, in 2 colonne. 

Ogni giocatore riceve:

  • Tabella personale
  •  22 tessere esagonali del proprio colore: le divide in 3 pile da 7 tessere ognuna e le posiziona negli appositi spazi sulla sua tabella personale
  • 2 pedine del colore scelto: quella più spessa andrà posizionata sulla plancia segna punti nel circuito interno (arancione) sullo spazio 50/0. La pedina più sottile andrà posizionata sul tracciato più esterno (verde) sullo spazio 50/0.
  • Il segnalino 50/100 del proprio colore

In questo ‘ordine:

  1. Ogni giocatore pesca 5 carte gioco che terrà coperte alla vista degli altri giocatori
  2. Ogni giocatore ricevere 3 sezioni casuali di plancia da assemblare, secondo una combinazione da lui stesso scelta ( A – B – C)
  3. Ogni giocatore posiziona la propria tessera castello sulla propria plancia appena assemblata, in uno spazio verde scuro a sua scelta. 
  4. Il giocatore più giovane sarà il primo giocatore: a lui verrà consegnata la carta “primo giocatore”. 
  5. Il giocatore inziale prende una tessera bonus a sua scelta dal centro del tavolo e la posiziona nello spazio apposito vicino alla sua tabella personale. Così faranno anche tutti gli altri giocatori.
  6. Dalle 2 pile di tessere neutrali, vanno scoperte e messe a disposizione di tutti al centro dell’area di gioco, 8 tessere casuali. 

Iniziamo l’espansione del nostro impero! 

Il gioco si svolge in 3 round esatti. A ogni fine round ci sarà un calcolo parziale del punteggio. Dopo il 3 round, oltre al calcolo parziale, ci sarà la fase finale del calcolo punteggio totale.

A partire dal primo giocatore e procedendo in senso orario, possiamo svolgere una delle seguenti 3 azioni:

  • Pescare carte
  • Pescare una tessera
  • Giocare una tessera

Pescare carte: 

Prendere 2 carte dal mazzo di gioco e aggiungerle alla propria mano. Non c’è limite al numero di carte che possiamo tenere in mano. Se possiedi una o più bonus “+1 carta”, insieme alle 2 carte di default, pesca anche tante altre carte, quante sono le relative tessere bonus in tuo possesso, posizionate nello spazio dedicato a fianco della tua plancia personale. 

Prendere una tessera 

Prendi una tessera a tua scelta tra le 8 scoperte sul tavolo. Metti la tessera nello spazio raccolta della tua plancia personale: una tessera appena presa non può essere posizionata immediatamente nella nostra regione! Rimpiazza ora la tessera presa dal centro del tavolo, prendendo una tessera del tuo colore, attingendo sempre dalla fila più a sinistra disponibile. Se il tuo spazio raccolta è già occupato da un’altra tessera, dovrai prima scartare quella tessera per poterne prendere un’altra. 

Giocare una tessera 

Per svolgere quest’azione, devi avere una tessera nel tuo slot di raccolta della tua plancia personale. La tessera, per esser posizionata nella tua regione, dovrà essere pagata:

  • Paga 2 carte dello stesso colore della tessera che devi posizionare.
  • Paga 1 carta del colore della tessera che dovrai posizionare + una coppia di carte di un altro colore (tot 3 carte), in mancanza di una carta del colore della tessera.
  • Paga 2 coppie di colori diversi (tot 4 carte) in mancanza di entrambe le carte del colore della tessera da posizionare

La tessera andrà poi posizionata in uno spazio che abbia lo stesso colore e che sia adiacente ad altre tessere già costruite. Inizialmente, la prima tessera posizionata andrà posta vicino al castello inziale. 

Subito dopo aver giocato una tessera, controlla i relativi bonus “Area”:

  • Se completi un’area dello stesso colore da una sola tessera: + 1 pt sul tracciato verde
  • Se completi un’area dello stesso colore da 2 tessere: + 3 pt sul tracciato verde
  • Se completi un’area dello stesso colore da 3 tessere: + 6 punti sul tracciato verde

Dopo aver giocato la tessera, prendi anche i relativi bonus a seconda dell’edificio costruito:

Castello

La tessera castello permette di prendere, dopo averla piazzata, un’altra tessera disponibile tra quelle al centro del tavolo e giocarla direttamente, e gratuitamente, sulla propria plancia regione. 

Città

Giocando una città, si può prendere immediatamente, a scelta, una tra le tessere bonus disponibili al centro dell’area di gioco e posizionarla a fianco alla propria tabella personale. Non ci sono limitazioni al num di tessere bonus che si possono avere sulla propria tabella. Se si prende la tessera “spazio raccolta” si avanza anche di 2 pt sul tracciato verde, immediatamente.

Locanda 

La locanda, una volta posizionata, da diritto a un esagono in legno. Tale esagono va prima posizionato sullo spazio raccolta della tabella personale e potrà essere giocato a partire dal prossimo turno. L’esagono può trasformarsi in un qualsiasi colore, e quindi edificio, che ci occorre riempire sulla nostra plancia. Vanno quindi scartate le carte del colore corrispondente all’edificio in cui si trasformerà l’esagono (ad esempio, se volessimo costruire una città, dovremmo scartare 2 carte rosse dalla nostra mano e piazzare l’esagono di legno su uno spazio rosso, sempre tenendo conto delle regole basi di piazzamento). L’esagono ci farà ottenere gli stessi bonus dell’edificio di cui ha preso il posto (nel caso della città, guadagneremo una tessera bonus).

Agricoltura

Le tessere agricoltura possono presentare su di esse un singolo tipo di agricoltura (es grano) oppure più tipi sulla stessa tessera (es grano, uliveto e vigneto). Giocando tale tessera, oltre a ottenere i normali pt per chiusura di un’area, si o5tterranno anche 1 o 2 pt sul tracciato verde, in base al num di agricolture diverse presenti nella stessa area. 

Cava

Giocando una cava, guadagneremo subito un mattoncino di marmo da posizionare nello spazio apposito della nostra tabella personale. Tale mattoncino potrà essere utilizzato, uno una sola volta per turno, per compiere un’azione aggiuntiva.

Villaggio

Per ogni tessera villaggio posizionata, guadagneremo un lavoratore che andrà posizionato nel relativo spazio raccolta sulla nostra tabella personale. Il lavoratore potrà essere utilizzato per sostituire una carta di un qualsiasi colore che non abbiamo nella nostra mano.

Monastero

Il monastero ci permetterà, una volta posizionato, di pescare immediatamente 3 carte gioco da aggiungere alla nostra mano.

Carro

Posizionando questo esagono, possiamo prendere immediatamente una carta commercio e guadagnare i relativi bonus indicati su di essa.

Le tessere colore

Appena un giocatore riesce a riempire tutti gli spazi di un determinato colore sulla propria plancia, prende il bonus relativo in pt, indicato sulla tessera colore relativo disponibile al centro del tavolo. Fatto ciò, girerà la tessera, che mostrerà ora il lato con il num 2 visibile. Il secondo giocatore che riempirà tutti gli spazi di quel determinato colore, prenderà i pt relativi indicati ora su quel lato della tessera. 

Tessere Bonus

+1 Carta: permette di pescare una carta in più durante l’azione pesca carte. Ogni tessera bonus posseduta equivale a una carta in più pescata durante l’azione.

+ 1 spazio raccolta: permette di possedere contemporaneamente 2 tessere invece che solo una, sulla propria tabella personale, prima di piazzarle nella nostra regione. Inoltre, appena prenderemo questa tessera, avanzeremo di 2 pt sul tracciato verde dei pt vittoria. 

+ 1 Marmo: con questa tessera, ogni volta che piazzeremo una cava, prenderemo anche uno o più marmi aggiuntivi, a seconda del numero di tessere bonus in nostro possesso.

+ 1 lavoratore: con questa tessera, ogni volta che piazzeremo un villaggio, prenderemo anche uno o più lavoratori aggiuntivi, a seconda del numero di tessere bonus in nostro possesso.

+ 1 carta commercio: con questa tessera, ogni volta che piazzeremo un carro, prenderemo anche una o più carte commercio aggiuntive, a seconda del numero di tessere bonus in nostro possesso.

I tre Round e il calcolo dei punti

Appena un giocatore termina la prima fila (quella più a sx) di tessere personali presenti sulla propria tabella, Termina il primo round. Si procede quindi a un calcolo parziale del punteggio: i punti ottenuti sul tracciato verde, vengono riportati e sommati sul tracciato arancione. Attenzione: fatto ciò, le pedine sul tracciato verde non tornano allo 0, per il prossimo round continueranno ad aumentare dal punto dove si trovano alla fine del round precedente. Così avviene anche per il secondo e terzo round, non appena un giocatore termina la seconda e terza fila di tessere personali. 

Per il terzo round, si effettua però un turno completo successivo prima del calcolo parziale dei pt. Dopo aver effettuato il calcolo parziale, vanno segnati sul tracciato arancione:

  • + 1 pt per ogni tessera esagono, esagoni in legno, lavoratore, marmo
  • + 1 pt ogni 3 carte ancora possedute.

Si decreterà così il vincitore. 

Impressioni Finali

Il gioco da subito ci è piaciuto molto. Non è assolutamente una copia di Castelli della Borgogna anzi, possiamo trovare molte differenze importanti tra i 2 titoli!

I materiali sono ben fatti, il mix tra carte, cartoncini e legno fa si che al giocatore non manchi nulla. Anche a livello grafico, questo titolo ha il suo perchè: le rappresentazioni sulle carte sono ben fatte e spiccano i colori vivaci su di esse, così come sulle tesserine e le plance (nulla a che vedere con i colori tanto criticati di Borgogna). 

Non è un gioco pesantissimo anzi, risulta piacevole e leggero, comporta comunque un po’ di studio di strategia personale, ma senza farvi fumare il cervello! 

La simbologia l’ho trovata abbastanza intuitiva, così come il regolamento, ben fatto e chiaro, dopo le prime partite potremmo dedicarci alla lettura del solo “riassunto laterale” che riporta i punti più importanti, senza perder così tempo. 

La componente “fortuna” c’è e si fa sentire inevitabilmente con la pesca delle carte e delle tessere esagonali personali che andranno man mano a rimpiazzare quelle a centro tavolo: Non saremo però totalmente in balia del caso, abbiamo la possibilità di studiarci la nostra tattica e di portarla al  fine partita senza enormi intoppi, se non qualche intrusione avversaria, ma del tutto recuperabile nel corso della partita.  

Il fatto di poter comporre la propria plancia è  utile: sicuramente nelle prime partite verrà assemblata un po’ a caso, ma prendendoci la mano, ci renderemo conto di quali colori e spazi conviene abbinare!

Il calcolo dei punti parziale è molto utile: nei vari round ci permetterà di massimizzare quanto più possibile il punteggio sul tracciato verde, che andrà ogni volta a sommarsi ripetutamente sul tracciato rosso a ogni fine round, facendo schizzare in avanti la pedina se saremo bravi a sfruttare bene i vari bonus e raccogliere pt!

L’iterazione tra giocatori c’è ma in modo indiretto: possiamo ostacolare gli avversari solamente sottraendo dal centro del tavolo una tessera che magari a loro interessava, oppure non prendendo nessuna tessera dal tavolo e lasciando invariate quelle disponibili, così facendo l’avversario potrebbe trovarsi in difficoltà, non avendo bisogno di nessuna tessera tra quelle disponibili.

Giocando in 2 giocatori, potrebbe capitare questa situazione spiacevole: se il vostro avversario decidesse di non prendere e non rimpiazzare alcuna tessera al centro del tavolo, e nessuna di esse è di vostro interesse, potrebbero susseguirsi diversi round in cui sarete costretti a pescare solamente carte da aggiungere alla vostra mano, finché l’avversario non deciderà di smuovere un po’ le tessere disponibili. Per ovviare a questa problematica, dovreste valutare la possibilità di prendere una tessera che non vi interessa dal centro del tavolo, rimpiazzarla, e nel round successivo scartare definitivamente la tessera acquisita prima: ciò significherebbe sacrificare sia un vostro turno che una tessera….a voi la scelta. Giocando in 3 o 4 invece, è decisamente più raro che questa situazione si presenti! 

Tra le varie tessere e i vari bonus si può notare un leggero squilibrio: alcune hanno effetti più potenti di altre. Ciò potrebbe esser visto sia come un pregio o anche come un difetto: dipende se vi piace la corsa ad accaparrarsi la tessera migliore, creando ancora più competizione tra i giocatori…a noi personalmente piace!!

I tempi di gioco sono assolutamente rispettati, i minuti scorrono piacevolmente tra un round e l’altro.

Rispetto a Borgogna, risulta esser un gioco più semplice e che piacerà davvero a tutti….!!!


Per acquistare i vostri giochi da tavolo vi consigliamo il nostro store di fiducia GET YOUR FUN

3 Mi Piace