Recensione – Corsari

Arrg! É giunto il momento di arruolare i marinai! Crea la ciurma più adatta alla tua strategia è sbaraglia gli avversari!

INFORMAZIONI DEL GIOCO

Corsari è un gioco di carte da 2 a 4 giocatori della durata indicativa di circa 30 min per un’età a partire dagli 8 anni in su. Creato da Leo Colovini e illustrato da Fabio Visintin, edito da Dal Negro, un’azienda che forte del suo passato ora guarda al futuro mirando nella ricerca tecnologica, l’evoluzione nei processi di produzione, la costruzione di partnership esclusive e l’attenzione continua alle materie prime e alla qualità made in Italy.

La scatola

COMPONENTI DI GIOCO

Parlando di un card game l’unico componente di gioco sarà il mazzo di carte, ma che carte….

Andiamo con ordine, Corsari è composto da 110 carte, su ogni carta troviamo raffigurato un pirata numerato dal 1 al 11, in 10 diverse colorazioni.

Le carte come precedentemente accennato sono di ottima fattura, plastificate perciò ben resistenti.

SCOPO DEL GIOCO

Lo scopo del gioco è quello di salpare prima degli avversari cercando che la propria ciurma non abbia buchi strategici.

PREPARAZIONE DEL GIOCO

Il setup è molto semplice e veloce.

Inizialmente si sceglie un primo giocatore in modo casuale, dopodiché dal prossimo round a turno ogni giocatore inizierà per primo.

Il mazziere (il giocatore che inizia) mischia le carte e ne distribuisce 12 ad ogni giocatore, forma una pila di carte scoperte sul tavolo detto “molo”, il numero di carte che formano il molo è variabile in base al numero dei giocatori.

  • 7 carte se si gioca in 2
  • 8 carte se si gioca in 3
  • 9 carte se si gioca in 4

Successivamente scopre una carta dal mazzo, essa sarà la prima carta del mazzo degli scarti e forma con le restanti carte coperte il “tallone” cioè il mazzo da cui pescare.

SVOLGIMENTO DEL GIOCO

Il gioco si svolge in turni, nei quali il giocatore deve:

  • Pescare una carta decidendo se farlo dal mazzo, dalla pila degli scarti o prendere la prima carta della fila che forma il “molo”.
  • Scartare sempre una carta e metterla nella pila degli scarti.
  • Dopo aver pescato il giocatore può decidere di chiudere la manche salpando, facendo ciò tutti i giocatori salperanno contemporaneamente.

Se un giocatore pesca l’ultima carta del mazzo è obbligato a salpare, ma come si fa a salpare?

Per salpare bisognerà dividere le carte in mano in 3 gruppi:

  • I prigionieri
  • La ciurma
  • I Clandestini

I prigionieri sono i corsari dello stesso colore della carta attuale del molo, la ciurma può essere massimo di due diverse bande di corsari (colori) e devono avere tutti un ruolo diverso nella ciurma (un numero), mentre i clandestini sono le rimanenti carte e la loro somma rappresenta il “limite”.

Lo scopo del gioco è proprio quello di pescare e scartare per cercare di abbassare sempre di più il proprio “limite”.

Ogni giocatore può attaccare le proprie carte a chi ha chiuso per primo rispettando le normali regole, cioè non ci possono essere corsari di un colore e di numero uguale a quelli già presenti. Giocatori diversi possono attaccare carte aventi lo stesso numero ma uno stesso giocatore non può buttare due carte aventi lo stesso numero.

Le carte

PUNTEGGIO

Il punteggio è molto semplice come tutto il gioco d’altronde.
Se il vostro limite è > del limite del chiudente, prendete le carte clandestino che determinano il limite e posizionatele accanto a voi, il numero delle carte determina la penalità.
Se il vostro limite è minore o uguale del limite del chiudente, passate i vostri clandestini a chi ha chiuso.
Se il chiudente ha il limite più basso di tutti, non riceve carte dagli altri giocatori e rimette nel mazzo i sui clandestini.

FINE DEL GIOCO

Quando le carte penalità di un giocatore sono pari o superiori a 35, si gioca l’ultima manche dopodiché il gioco termina. Il giocatore che ha il numero minore di carte penalità è il vincitore!
Se il chiudente riesce a salpare senza alcun clandestino fa “cappotto” e vince automaticamente la partita.

CONCLUSIONI

Corsari è un card game molto interessante, le meccaniche sono molto semplici ed intuitive ricordano molto il classico gioco del ramino.
Le carte come precedentemente citato sono di ottima fattura, il regolamento è multilingua, intuitivo e pieno di esempi utili alla comprensione.
Ho apprezzato la meccanica del molo, essa permette di rendere il gioco più dinamico e strategico.
Merita d’essere acquistato perché non ti fa staccare dalla sedia e perché è in grado di soddisfare grandi e piccini.
In conclusione, vi consigliamo caldamente di non lasciarvi sfuggire questo titolo che potete intavolare sia a casa che nelle vostre giornate in vacanza nei mari… tra i pirati!


3 Mi Piace