Recensione – Valparaiso

INTRODUZIONE

Se siete appena tornati dalle vacanze o siete rimasti a casa per le ferie estive poco importa! Allacciate le cinture e preparatevi per un viaggio nel tempo! Visiterete le strade sterrate e il famoso porto storico della città cilena di Valparaiso! Ma occhio alle dogane: potrebbero darvi rogne!

Valparaiso è un piazzamento lavoratori e gestione risorse facile da capire ma per niente banale da giocare. Gli autori sono Louis e Stean Malz e le illustrazioni sono a cura di Michael Menzel, il gioco è in Italia grazie alla Cranio Creations

I giocatori vestono i panni di influenti cittadini del 1800 che, grazie all’apertura da parte del governo cileno al mercato di libero scambio, si troveranno a dover concorrere con gli altri cittadini influenti per guadagnare quanto più possibile da questa nuova situazione economica del paese, sia in termini di reputazione, che in termini di ricchezza.

Panoramica del tabellone di gioco

Un boardgame da due a cinque giocatori della durata media di 90 minuti – in caso di giocatori affetti da “paralisi d’analisi”, il gioco prevede una variante avanzata con clessidra – in cui le strategie attuabili sono molteplici: focalizzerete la vostra attenzione sul mercato terrestre, o vi spingerete in mare per commerciare con il resto del mondo? Costruirete edifici residenziali in prossimità del porto, o vi concentrerete sulle dogane e sui mercati? Le regole del mercato cambiano in maniera repentina, dovrete pianificare per bene la vostra strategia. Qualsiasi sia il vostro approccio a questo genere di boardgame, vale la pena sperimentare ogni possibile strategia in questo gioco altamente variabile e avvincente.

Le carte

COMPONENTI E SETUP

  • 1 tabellone a doppia faccia
  • 1 faro
  • 24 carte traguardo
  • 25 tessere mercato
  • 70 monete
  • 1 clessidra
  • 25 cubetti grigi
  • 25 cubetti arancio
  • 25 cubetti bianchi
  • 4 plance giocatore
  • 4 segnapunti
  • 32 carte azione
  • 16 case
  • 16 mercanti
  • 4 navi

I componenti sono di ottima fattura ed il setup è davvero rapido, basta piazzare la plancia del gioco nel giusto verso (in base al numero di giocatori), piazzare le Tessere Mercato (anche queste si scelgono in base al numero di giocatori) e le Carte Traguardo negli spazi dedicati e consegnare ai giocatori i Meeples e le Carte Azione del colore scelto. Infine, si decide il primo giocatore e, in senso antiorario a partire dall’ultimo, ognuno sceglie una combinazione di tre risorse che non potrà essere copiata dagli altri giocatori. In pochi minuti, quindi, si è pronti per iniziare!

LA MECCANICA

Il gioco è formato da più round, ogni round è formato da tre fasi:

  • La Fase Pianificazione in cui tutti i giocatori (contemporaneamente) scelgono una combinazione di cinque carte azione (la quinta è possibile sceglierla solo dal momento in cui avrete costruito almeno due edifici, sbloccando l’ultimo spazio della plancia) più una eventuale sesta da piazzare nello spazio sindaco sulla sinistra della plancia, che costerà al giocatore la bellezza di 5 pesos (da corrispondere immediatamente, non fate i furbi!). Quando tutti i giocatori avranno posizionato le loro carte, si girano tutte contemporaneamente, rispettando l’ordine di piazzamento.
  • La Fase Azioni nella quale i giocatori in senso orario eseguono le azioni precedentemente pianificate una alla volta finché non saranno terminate. È possibile, tuttavia, anticipare una o più carte azione, pagando il costo riportato sulla plancia nello slot dove sono state posizionate, ma sempre una alla volta. Man mano che le azioni vengono compiute, le relative carte vengono scartate e rimesse nel mazzo che verrà riutilizzato nella fase pianificazione del round successivo. La carta azione nello spazio Sindaco, invece, può essere giocata in qualsiasi momento nel proprio turno senza dover pagare nessun costo di attivazione (e ci mancherebbe!). Infine, qualora non si volesse eseguire l’azione principale della carta precedentemente scelta, il gioco da la possibilità di utilizzare l’azione secondaria raffigurata in basso, la quale varia in base al giocatore (le azioni principali sono uguali per tutti, le azioni secondarie sono molto simili fra loro, ma differiscono in base al colore del giocatore).
    Le azioni possibili sono:

    • Trasferire le Merci: permette di caricare/scaricare le merci dal vostro magazzino alla vostra nave. Se riempite la stiva della vostra nave, otterrete immediatamente un punto vittoria;
    • Vendere una Merce: permette di vendere una qualsiasi merce in cambio di 10 pesos
    • Assumere un Mercante: permette di aggiungere un mercante del proprio colore sulla plancia pagando tre merci diverse, in modo da poter essere presente in più posti contemporaneamente (il dono dell’ubiquità!);
    • Muovere un Mercante: permette di muovere tutti i vostri mercanti presenti sulla mappa di massimo 3 spostamenti. Il primo spostamento è gratuito, il secondo costa 1 peso, il terzo costa ulteriori 4 pesos (il costo è per singolo mercante, quindi se fate due spostamenti con 3 mercanti pagherete 3 pesos in totale!)
    • Costruire una Casa: permette di costruire una casa in uno spazio vuoto in cui si trova un vostro mercante pagando 10 pesos. Costruire le prime due case libererà il vostro quinto spazio azione permettendovi di giocare più azioni in un round (vi consiglio di tenerne conto). In base a dove costruirete le vostre case otterrete un tipo di beneficio: rendite per tutta la durata del gioco alla fine del round se costruite una casa in prossimità del porto, spostamenti gratuiti e riscossione tributi da parte degli altri giocatori che vi passeranno attraverso se costruite una dogana, un bonus di un mercante addizionale se costruite un emporio in prossimità di un mercato. Qualora doveste costruire tutte e 4 le case a vostra disposizione, otterrete un punto vittoria bonus.

      Il mercato
    • Commerciare nel Villaggio: con questa azione è possibile sfruttare lo scambio raffigurato sulla tessera Mercato posta più in basso presente nel villaggio in cui avete piazzato almeno uno dei vostri mercanti. Più mercanti avrete in quel villaggio, maggiore sarà il numero di volte che potrete sfruttare quella tessera mercato. Se avete costruito in precedenza degli empori, questi ultimi varranno come un mercante aggiuntivo. Attenzione però, se vorrete commerciare in un villaggio in cui sono presenti mercanti o empori avversari, dovrete pagare una “mazzetta” di 1 peso per ogni mercante/emporio avversario presente al relativo proprietario! Finito il commercio, partono gli effetti speciali del gioco: rimuovete la tessera mercato appena utilizzata e piazzatela in cima alle tessere mercato nella riserva in alto a sinistra delle plancia, dopodichè, prendete l’ultima tessera mercato (quella più in basso) da quella pila e mettetela in cima al mercato appena utilizzato.
  • La Fine del Round in cui tutti i giocatori ricevono le rendite degli edifici residenziali costruiti in prossimità del porto di Valparaiso, guadagnano le monete e stoccano le merci nel magazzino personale. Il giocatore con più edifici residenziali costruiti ottiene un bonus di 5 pesos, il secondo, invece, ne guadagna 2. In caso di parità, vince lo spareggio chi ha costruito per ultimo nei pressi del porto (gli edifici si costruiscono in senso orario). L’ultimo ad aver costruito diventa, comunque, primo giocatore. Se nessuno ha edificato in questo round, il faro (segnalino primo giocatore) passa al giocatore seduto alla sinistra dell’attuale primo giocatore.

Si procede con i Round finché uno dei giocatori non arriva ad avere almeno 18 punti vittoria, in tal caso il gioco termina immediatamente. Una regola particolare e quanto mai utile in termini strategici, riguarda la possibilità di rimuovere durante la fase “Fine del Round”, una carta Traguardo precedentemente “acquistata” (le carte Traguardo si acquistano con il commercio marittimo) e ottenere immediatamente i punti raffigurati sulla carta. Questo potrebbe permettere ad un giocatore di arrivare ai 18 punti necessari per far finire la partita e tarpare le ali agli altri giocatori che potrebbero accumulare punti nel round successivo!

Alla fine della partita, si scartano tutte le merci e si ricevono 3 pesos per ogni merce scartata, si ottiene 1 punto ogni 20 pesos accumulati e si ottengono i punti raffigurati in ognuna delle carte traguardo ancora in possesso. In caso di parità vince il giocatore con il maggior numero di monete rimaste e se il pareggio persiste vince il giocatore che ha giocato per ultimo nel round finale.

CONCLUSIONI

Valparaiso è un gioco molto semplice da capire, le meccaniche sono già viste e collaudate e per questo motivo non rimarrete stupefatti giocandolo. Risulta essere però un ottimo introduttivo per chi, magari, non ha ancora abbastanza esperienza per poter giocare a giochi di difficoltà superiore. È ugualmente interessante anche per i giocatori più esperti, in quanto non è per niente banale come gioco. L’innovativa meccanica del mercato, infatti, rende il gioco molto variabile e, quindi, molto intrigante. La quasi totale assenza del fattore aleatorio fa strizzare l’occhio anche al giocatore che ama la competizione pura e non ha molto tempo per intavolare giochi più “pesanti”.

Quindi cosa aspettate, preparate le valigie e partite per un viaggio nel XIX secolo, Valparaiso vi attende! 

Post Scriptum. PERICOLO RIBALTONI: non pensate che vi basti raggiungere i 18 punti prima degli altri, potreste rimanere delusi 😉

10 Mi Piace